Costruirsi una reputazione on-line 5. La mailing list

Una mailing list è una lista di distribuzione di posta elettronica a diversi utenti, di cui si possiede l’indirizzo e-mail. È uno strumento di marketing da molti anni, e tutti, chi più chi meno, ne abbiamo esperienza diretta. Nella maggior parte dei casi si tratta di spam (lett. “spazzatura”) e corrisponde in tutto e per tutto ai volantini pubblicitari che possiamo trovare nella nostra cassetta delle lettere, ed esattamente come quelli li cestiniamo subito.

 

 

A volte invece si tratta di un servizio che abbiano richiesto appositamente, perché collegato ad un sito che ci piace, per tenerci aggiornati etc. Forse non avreste mai immaginato ad un servizio del genere per farvi pubblicità, anche perché può risultare un sistema di marketing piuttosto aggressivo, eppure può essere utilizzato in maniera sufficientemente elegante da risultare professionale.

 

Innanzitutto, se volete creare un servizio di mailing list, dovrete prima rispondere a queste domande:

 

            Cosa scrivere?

 

            E soprattutto, a chi?

 

Quanto al cosa scrivere la risposta potrebbe essere più semplice di quello che pensate. Innanzitutto rinvio al post crea il tuo blog, per cui valgono le stesse considerazioni. Se già avete un blog nel quale scrivete i vostri post, inviarli per mailing list è un’ottima idea. Ricordo che è meglio inviare solo il link, non l’intero articolo, sia perché così la mail risulta più leggera e leggibile, sia soprattutto perché chi è interessato dovrà per forza visitare il vostro sito. 

 

Non avete un vostro blog né avete tempo per farlo, ma vorreste comunque una vostra mailing list? Ci sono molte cose che potete scrivere. Innanzitutto aggiornare i vostri clienti su modifiche al vostro studio (cambio indirizzo, nuovi servizi, nuovi soci etc.). Se volete invece una mailing list interessante da leggere e non avete vostri contenuti… usate quelli degli altri!

 

 

Non dovrete copiare e incollare, beninteso (tra l’altro ci vuole più tempo di quanto pensiate…), ma suggerire ai vostri contatti dei contenuti da visualizzare perché li trovate interessanti. Naturalmente dovrete citare esattamente la fonte, ma il sistema migliore è fare come ho suggerito prima, ossia inserire direttamente il link: così facendo non solo non potete essere accusati di “copiare”, ma in effetti state facendo un favore all’autore. A tal proposito autorizzo sin da ora chiunque voglia inviare i miei post (purché con le modalità sopra descritte, è ovvio).

 

I fortunati lettori della newsletter di scriverediritto sanno che, oltre ai post presenti sul blog, ci sono altri contenuti, come segnalazioni di convegni, nuove uscite editoriali, segnalazioni di software e quant’altro possa essere interessante per gli avvocati e gli utenti della giustizia: prendete spunto.

 

A CHI INVIARE LA NEWSLETTER? Cominciate creando una piccola lista di indirizzi e-mail, che vi suggerisco caldamente di fare in ogni caso anche se poi non fate alcuna newsletter: questa prima lista sarà costituita innanzitutto dai vostri clienti, amici, parenti e colleghi e affini che vi conoscono di persona. Questa lista vi sarà utile per molti motivi, in più (dato che conterrà “pochi” nomi) sarà facile da gestire e inoltre garantisce un certo feedback positivo, ossia molto probabilmente i vostri contatti vi leggeranno prima di cestinarvi.

 

Se lo scopo della newsletter è però fare marketing on-line questi contatti sono insufficienti, e dovrete aggiungere persone che non conoscete, come ad esempio … i vostri contatti “social” (Facebook, Linkedin etc.). Se sono vostri contatti avrete a disposizione le loro mail, in quanto hanno già implicitamente accettato la possibilità di essere contattati per tale via… quindi approfittatene!

 

Per non incorrere in reazioni moleste, è meglio specificare come avete ottenuto l’indirizzo, e indicare la possibilità di cancellarsi dalla newsletter a semplice richiesta, magari con un link dedicato (tutti i software di newsletter offrono questa possibilità).

 

E’ meglio avere pochi contatti interessati o tanti disinteressati? E’ meglio avere entrambi! Magari fate due diverse newsletter, una per i vostri contatti personali (clienti, amici etc.) e una per gli sconosciuti. Quanto ai numeri di questa, ricordate che secondo un recente studio di marketing, circa il 93% delle newsletter viene cestinato senza essere letto: vuol dire che se inviate 1000 mail soltanto 70 verranno effettivamente aperte, e meno ancora raggiungeranno il vostro sito, quindi è il caso di massimizzare.

 

COME INVIARE UNA NEWSLETTER

 

Una rapida nota tecnica: purtroppo non ho trovato software gratuiti efficaci e facili da usare (se ne conoscete, segnalateli), e sconsiglio vivamente di inviare le newsletter dal vostro normale gestore di posta elettronica, perché superato un certo numero di e-mail inviate (numero che varia da gestore a gestore, ma che è comunque bassino) il sistema vi considera uno “spammer”, e blocca la casella, con tutto quello che ne consegue. Questa è la ragione per cui, se decidete di percorrere questa strada, dovrete creare un indirizzo apposito, mai e poi mai usare il vostro indirizzo mail per le newsletter!

 

Se cominciate con una piccola lista di distribuzione (e per piccola intendo a due cifre) potete comunque usare il vostro solito gestore di posta elettronica (purché con altro indirizzo, ripeto), senza notifica di ricezione e/o lettura, anche perché nessuno lo farebbe (è già tanto se vi leggono).

 

Come avere allora un feedback della mailing list? In modo indiretto, ma preciso: col contatore visite del vostro sito/blog/profilo; se è aumentato dopo l’invio della mailing list, allora la vostra idea sta funzionando! Ovvio che, se il rapporto tra e-mail lette e cestinate è del 7%, per avere risultati concreti dovrete andare sui grandi numeri.

 

 

Con questo post si conclude la serie su come costruirsi una reputazione on-line. Se avete commenti critiche, o meglio ancora qualche consiglio su tecniche di marketing di cui non ho parlato, non esitate a scrivermi.

 

 

leggi gli altri post

 

Scrivi commento

Commenti: 0

Studio Chiricosta & Crea

P.zza Falcone e Borsellino 15

Piazza Armerina

94015 - Enna (EN)

tel/fax (+39)0935 684143

cell. 3336878516

-

si riceve su appuntamento